LUNARIA - nella gioia luminosa dell'inganno

  • Print
Share

               lunaria

 

 

            LUNARIA - nella gioia luminosa dell'inganno

 

Il progetto di seguito illustrato riguarda  la realizzazione di un evento discografico e concertistico in omaggio alla memoria del grande scrittore contemporaneo Vincenzo Consolo, di recente scomparso. L’omaggio vuole anche dare seguito all’idea, nata durante un incontro di Etta Scollo con l’autore alcuni anni fa, di uno sviluppo delle potenzialità musicali del romanzo.

 

Il racconto, che prende spunto dal frammento lirico “spavento notturno” di Giacomo Leopardi (ma soprattutto, per esplicita ammissione dell’autore, è ispirato dal testo “L’esequie della luna” (1967) del poeta e amico Lucio Piccolo), è ambientato in una Sicilia fantastica, contemplata attraverso un caleidoscopio che combina tutte le tinte del barocco mediterraneo, protagonista ne è il vicerè dell’isola, personaggio malinconico e lunare che rappresenta tutto il contrario di quel potere da cui è circondato e di cui egli stesso è simbolo e referente. Questo atipico sovrano vede una notte in sogno la caduta della luna, sembrerebbe solo un incubo ma è in realtà una premonizione: in un lontano villaggio del vicereame, dimenticato anche dalle carte geografiche, la luna è caduta davvero…

 

Sospesa  tra narrativa e lirismo, l’intera tessitura del racconto si dispiega quale vera e propria partitura il cui dato musicale scorre sottotraccia come un fiume carsico, emergendo qua e la alla luce del sole (o piuttosto della luna) in occasione di veri e propri episodi melodici e coreutici: canzoni, danze, poesie la cui tensione musicale è esaltata dall’uso di una lingua “personale” dell’autore, che compendia le più antiche radici degli svariati idiomi regionali.

 

Con l'auspicio che da questa comune tessitura rinasca quella Luna capitolata nel sogno premonitore del vicerè, si vuole dare una testimonianza che sia di contributo alla conoscenza e alla divulgazione della poesia Consoliana, cioè a un passaggio irrinunciabile della cultura e dell'arte tutta che in quest'epoca più che mai rischia di essere cancellata.

 

Etta Scollo, che da tempo si dedica alla scrittura musicale di "Lunaria", ha curato tutta la produzione nelle fasi di scrittura e registrazione, così come la sua realizzazione dal vivo, insieme ai suoi collaboratori.

 

Susanne Paul :              violoncello, voce

Fabio Tricomi :               strumenti antichi e tradizionali, voce

Sebastiano Scollo :         liuto rinascimentale, tiorba, voce

Etta Scollo :                   voce, chitarra

 

 

Concerti:

 

 

31.08.2013  Poetische Quellen Literaturfestival (D)  

„Omaggio a Vincenzo Consolo“insieme allo scrittore e magistrato  Giancarlo De Cataldo e all’editore austriaco Ludwig Paulmichl, (Edizioni Folio)

 

http://www.lesen-in-deutschland.de/html/content.php?object=kalender&lid=21734

 

06.09.2013  „LUNARIA“ Prima assoluta in Germania, Kulturkirche Altona Amburgo (D)

 

http://www.ticketmaster.de/event/etta-scollo-lunaria-in-der-leuchtenden-farbe-der-tauschung-Tickets/58473

 

07.09.2013  „LUNARIA“ presentato dal Festival Internazionale di Letteratura di Berlino  al Teatro Radialsystem Holzmarktstr. 33  10243 Berlin (D)

 

http://www.literaturfestival.com/programm/das-programm-des-13.-ilb

 

 

23.10.2013   „LUNARIA“ Augsburg, Parktheater (D) (da confermare)

 

31.10.2013  „LUNARIA“ Stuttgart, Theaterhaus (D)  (da confermare)

 

21.01.2014„LUNARIA“ Commemorazione della morte di Vincenzo Consolo

                                       Teatro dell'Arte Milano (I)  (da confermare)