"la realtà non è per tutti"

  • Print
Share

Ad Imola la presentazione del volume " La realtà non è per tutti".

 

6e762c47-4e6e-420c-ada0-56d3c438ad8a

Martedì 12 Novembre 2019, presso la Sala Conferenze Maurizio De Maurizi dell' Ospedale S.Maria della Scaletta di Imola, si è tenuto un incontro pubblico su libro di Antonello d'Elia:" La realtà non è per tutti ", che è stato curato dallo psicologo Ennio Sergio.

 

Antonello d’Elia, Psichiatra e  Presidente Nazionale di Psichiatria Democratica,dà vita ad un  racconto in cui a parlare  di salute mentale sono, insieme agli psichiatri, anche pazienti, parenti, giornalisti, cineasti, cooperatori, infermieri, magistrati, baristi, vigili urbani, e quanti ogni giorno si trovano a stretto contatto con l’esperienza del disagio mentale. Insomma un coro di voci che ci fa vedere, dopo oltre 40 anni dalla legge 180 quanto pregiudizio resista ancora sul tema, e  toccare con mano quanto ciascuno di noi sia coinvolto nella costruzione di quel grande bene comune che è la Salute Mentale.

Sala piena di studenti degli istituti di istruzione superiore, familiari, utenti e cittadini sensibili ai temi  della 

bd2b113c-abc6-4358-8160-926a2dc7085e

salute mentale, a dialogare con l'Autore e lo psichiatra a Raffaele Galluccio, altro esponente di spicco dell’Associazione fondata da Franco Basaglia, per annodare i fili della memoria,  ribadire l’importanza dei percorsi che hanno messo in discussione l’istituzione manicomiale, il loro superamento.Ma anche per riaffermare l’impegno quotidiano dei  Servizi insieme al mondo dell’associazionismo e della cooperazione sociale, per promuovere le buone pratiche ed affermare un modello di Salute mentale di Comunità. Il gruppo EXIT che ha costruito un racconto teatrale, facendo leva dalle storie  dei personaggi che vivono tra le pagine del libro di d’Elia, ha fatto da cornice agli interventi dei due esponenenti di Psichiatria Democratica.

Una giornata ricca di interventi dal pubblico, non privo di passaggi intensi in cui la commozione era palpabile.

Una esperienza che ci permette  di riscoprire l’attualità del pensiero basagliano e di quanto esso raccolga ancora oggi l’interesse nelle nuove generazioni .