Warning: imagecreatetruecolor(): Invalid image dimensions in /web/htdocs/www.psichiatriademocratica.com/home/plugins/content/sige/sige.php on line 844 Warning: imagecopyresampled() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.psichiatriademocratica.com/home/plugins/content/sige/sige.php on line 849 Warning: imagejpeg() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.psichiatriademocratica.com/home/plugins/content/sige/sige.php on line 881 Warning: imagedestroy() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.psichiatriademocratica.com/home/plugins/content/sige/sige.php on line 939

Giornata della Memoria 2014


Vedilo a tutto schermo Invio

Io come questi non ci divento Narcisa alle alghe


Vedilo a tutto schermo Invio

NARRAZIONE SUONO TRASFORMAZIONE


Vedilo a tutto schermo Invio

 

I Diritti Ristretti

Per richiederlo, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Vedilo a tutto schermo Invio

NEL PRIMO ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI VINCENZO CONSOLO, PSICHIATRIA DEMOCRATICA LO RICORDA CON GRANDE AFFETTO

psichiatria e nazismo contro ogni razzismo


Vedilo a tutto schermo Invio

Matti e Maestri

Il calendario di PD.Tanti auguri a tutti!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

schermo intero(stampatelo ed appendetelo!)  

DAL 1° AL 5 OTTOBRE L'OTTAVA EDIZIONE DELLA RASSEGNA DI TEATRO "IL CARCERE POSSIBILE"

 

Parteciperanno otto Compagnie e le rappresentazioni si terranno al Ridotto del teatro Mercadante di Napoli, con l'unica eccezione per quello proposto dai detenuti di Secondigliano, che sarà messo in scena in Istituto.
 

Napoli, 18 settembre 2012. Giunge all'ottavo anno consecutivo la Rassegna di Teatro organizzata da "Il Carcere Possibile Onlus" con spettacoli dai laboratori  tenuti negli Istituti di Pena. Malgrado le difficoltà crescenti dovute alle sempre più ridotte risorse, il Provveditorato dell'Amministrazione Penitenziaria della Campania ha approvato e finanziato alcuni progetti che sono stati  visionati dalle singole Direzioni. Il Teatro Stabile di Napoli  ha ancora una volta messo a disposizione la sala Ridotto del Mercadante e il Garante dei Diritti dei Detenuti della Regione Campania ha assicurato il suo contributo.
Dal 2005, la Rassegna ha visto oltre 60 lavori teatrali messi in scena nello Stabile della città, con la partecipazione anche di Istituti provenienti da altre Regioni, come Rebibbia e Padova 2 Palazzi. Molti spettacoli hanno avuto ottime recensioni a conferma dell'impegnativo lavoro svolto nei laboratori, nei mesi preced! enti. Le compagnie che hanno partecipato hanno attraversato i testi di Brecht, Beckett, Moscato, Camus, Pasolini, sperimentando a volte anche la scrittura collettiva e le storie autobiografiche per raccontare e raccontarsi.

Il programma di quest'anno:

LUNEDI' 1° OTTOBRE: ore 20.00 - Ridotto teatro Mercadante
 Casa Circondariale di Poggioreale
PULCINELLA, CON RISPETTO PARLANDO
Liberamente ispirato a Samuel Beckett

MARTEDI' 2 OTTOBRE: ore 18.30 - Ridotto teatro Mercadante
Istituto di Ariano Irpino
UN RAGAZZO PER MODELLO
Omaggio a Peppino De Filippo

MARTEDI' 2 OTTOBRE: ore 20.00 - Ridotto teatro Mercadante
L'Icat di Eboli;
UN SOGNO DI LIBERTA'
a cura di Gaetano Stella e Elena Parmense

MERCOLEDI' 3 OTTOBRE: ore 18.30 - Ridotto teatro Mercadante
Istitutio Minorile di Airola
IO VULESSE TRUVA' PACE
frammenti di opere e pensieri di Eduardo de Filippo

MERCOLEDI' 3 OTTOBRE: ore 20.00 - Ridotto teat! ro Mercadante
Istituto Minorile di Nisida
CORNICELibera mente ispirato a "Cuore Nero" di Calvino

GIOVEDI' 4 OTTOBRE: ore 20.00 - Ridotto teatro Mercadante
O.P.G. di Aversa
CHE NE SARA' DEI FIORI
di Gesualdi/Trono

VENERDI' 5 OTTOBRE: ore 11.00 - Teatro Istituito di Secondigliano
Istituto di Secondigliano
BECHER e GODO'
incontro con un Beckett sconosciuto

VENERDI' 5 OTTOBRE: ore 20.00 - Ridotto teatro Mercadante
Casa Circondariale di Lauro
SEMPRE LA STESSA STORIA
Liberamente ispirato a "Esercizi di stile" di Queneau

L'ingresso a teatro è gratuito. Per lo spettacolo che si terrà presso l'Istituto di Secondigliano è necessario inviare, entro il 28 ottobre, richiesta all'ingresso in Istituto, specificando i propri dati anagrafici completi, all'indirizzo  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Alleghiamo la locandina, con le notizie sulle singole rappresentazioni

 

GRANDE PARTECIPAZIONE ALLA PRESENTAZIONE DEL VOLUME " DI QUEGLI AMORI FORTI E DISPERAT I "

 

GRANDE PARTECIPAZIONE ALLA PRESENTAZIONE DEL VOLUME

" DI QUEGLI AMORI FORTI E DISPERAT I "

Secondigliano. Storia di una Comunità, attraverso la fotografia

di Emilio Lupo

 

Sabato 28 aprile, il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, nel salone delle Conferenze dei SS. Cuori a Secondigliano, gremito all'inverosimile, ha presentato il volume di Emilio Lupo: " Di quegli amori forti e disperati" Secondigliano. Storia di una Comunità, attraverso la fotografia.

L'Autore attraverso l'ausilio di oltre cinquecento fotografie, in bianco e nero, suddivise in dodici capitoli (Emigrazione, sport,politica,matrimoni,famiglie e figli,prime comunioni,militari e guerre, uomini e donne, attività commerciali e produttive, scuola, le gite e le feste...) fa la storia di un quartiere di Napoli, appunto Secondigliano, che fino al 1925 era stato comune autonomo.

Attraverso volti di uomini, donne, bambini, gruppi piccoli e grandi e la descrizione di avvenimenti e cenni storici, dall'anno mille a seguire, Emilio Lupo, prova a tracciare una via di uscita collettiva dagli  stereotipi  che fanno di questa area a nord della città di Napoli, solo una realtà del malaffare e della sconfitta senza ritorno.

Non un com'eravamo - ha sottolineato Lupo - bensì un invito pressante ad alzare la testa, di ritornare in strada, ha aggiunto in sintonia con il Sindaco De Magistris, con quella stessa gente laboriosa e testarda, creativa e onesta che ha varcato mari e monti, che ha lavorato in silenzio, che ha saputo gioire e piangere come comunità. Che ha scritto pagine di partecipazione e di democrazia - anche nel recente passato - e che convinta che con le giovani generazioni, si possano scriverne nuove e più belle.

Un gioiellino anche dal punto di vista grafico che la gente ha accolto con piacere, ma anche come una speranza e un trampolino per il rilancio per una parte importante di Napoli.

Musica perseguitata


Vedilo a tutto schermo Invio

Sottocategorie